patrimonio e intercultura

Licenza Creative Commons
Except where otherwise noted, the texts published on this site are licensed under a Creative Commons Attribution-Share Alike CC-BY-SA License,.
Terms of use



In Italia
In Europa




In Italia



Al Museo con...



Il progetto “Al museo con...” (2013-2014) nasce dalla collaborazione tra il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini” e il Museo Nazionale d’Arte Orientale “G. Tucci” di Roma con l’intento di offrire al pubblico nuove possibilità di fruizione delle collezioni.
Il sito ad esso dedicato offre una articolata documentazione su obiettivi, strategie, attività e i 6 percorsi narrati esito del progetto, 3 per ciascun museo: L’Oriente in armonia, Il mio Islam, Ritorno in Tibet al Museo “G. Tucci”; Il segno e la parola, Mondi segreti, Questioni di morte, questioni di vita al Museo “L. Pigorini”.
Nella realizzazione del progetto sono stati coinvolti attivamente i rappresentanti di alcune particolari categorie di pubblico dei due Musei, tra cui due ragazzi afghani dell’associazione FOCUS (Federazione delle Organizzazioni dei Consumatori Utenti e dei Diritti Sociali “Casa dei Diritti Sociali”), due esponenti delle associazioni Kel’Lam e Comunidad Peruana di Roma, e due rifugiati tibetani.

www.almuseocon.beniculturali.it


vai a inizio pagina



Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo



La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAMeC) dedica una particolare attenzione ai pubblici tradizionalmente sottorappresentati nei circuiti museali officiali, in particolar modo i "nuovi cittadini".

Nella sezione “Servizi educativi”, sottosezione “Profilo completo”, sono consultabili alcuni materiali relativi al Progetto Mediatori Museali (dal 2007) e alle narrazioni museali di "12 narratori in cerca d’autore" (2014-2015)


www.gamec.it


vai a inizio pagina



Associazione per l'Economia della Cultura



A partire dal 2001, l’Associazione per l’Economia della Cultura (AEC) ha promosso convegni, ricerche e pubblicazioni dedicate al ruolo delle politiche culturali nei processi di integrazione delle comunità immigrate. Nel seguito sono segnalate le pubblicazioni consultabili sul sito web dell’Associazione.
S. Bodo, M. R. Cifarelli (a cura di) Quando la cultura fa la differenza. Patrimonio, arti e media nella società multiculturale, Meltemi, Roma, 2006. I saggi pubblicati in questo volume sono stati sviluppati a partire dai contributi presentati nell’ambito dell’omonimo convegno internazionale, organizzato congiuntamente dall’Associazione per l’Economia della Cultura e dall’Università di Genova, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere con la collaborazione del DAMS – Facoltà di Lettere e Filosofia (Genova, 19-21 novembre 2004). Sul sito AEC sono consultabili in versione originale (inglese) i seguenti saggi: Culture and difference: discourse and policy (T. Bennett), History defaced: heritage creation in contemporary Europe (F. Matarasso), Tropes of the “intercultural”: multiple perspectives (Y. R. Isar), The shared space: opportunities and challenges for a multicultural state (N. Khan), Thematic priorities, altered institutional typology. Cultural policies and institutions facing the challenge of multicultural societies (D. Klaic), Engaging with diversity and equality: the role of museums (R. Sandell), Listen here! (G. Stefanovski), Re-claiming the punchline: British Asian television comedy (M. Gillespie), e l’introduzione delle due curatrici (S. Bodo e M. R. Cifarelli)
S. Bodo (a cura di) Culture in movimento. Strumenti e risorse per una città interculturale, M&B Publishing, Milano, 2005. Atti del convegno internazionale promosso dalla Provincia di Milano – Settore Cultura in collaborazione con AEC. È possibile scaricare l’intero volume dal sito dell’Associazione.
C. Bodo e S. Bodo, “Politiche Culturali e diversità culturale nell’area metropolitana di Roma”, in D. Ilczuk, e R. Isar (a cura di), Metropolises of Europe: diversity in urban cultural life, CIRCLE Publication 14, Pro Cultura Foundation, Varsavia, pp. 134-183. Il saggio su Roma, realizzato nell’ambito di una più ampia ricerca sulle politiche di integrazione culturale di cinque metropoli europee, è scaricabile in italiano e in inglese dal sito AEC nell’area Download.


www.economiadellacultura.it


vai a inizio pagina



IBC - Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna



Nella sezione “Progetti europei” del sito IBC (Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali) della Regione Emilia Romagna sono descritti, tra gli altri, alcuni progetti di particolare attinenza all’ambito dell’intercultura:

“The Learning Museum”: finanziato dal Lifelong Learning Programme dell’Unione Europea, il progetto triennale “LEM – The Learning Museum” (2010-2013) si propone di creare uno spazio permanente di scambio e confronto per gli educatori museali e gli educatori degli adulti, a partire dalla visione del museo non solo come luogo di apprendimento, ma anche come istituzione che a sua volta apprende: dalla comunità, dal pubblico, dai diversi attori con cui entra in relazione (v. anche il sito del progetto nella sezione “In Europa” di questa pagina). Uno dei gruppi di lavoro operanti nell’ambito del progetto è dedicato al tema del dialogo interculturale.

“Museums as places for intercultural dialogue”: finanziato dal Lifelong Learning Programme dell’Unione Europea, il progetto biennale “Map for ID” (2008-2009) si è proposto di sviluppare le potenzialità dei musei come luoghi di dialogo interculturale e di esplorare modalità innovative nell’interpretazione e nella mediazione delle collezioni attraverso il coinvolgimento delle comunità immigrate in un effettivo processo di consultazione e di progettazione partecipata (v. anche il sito del progetto  nella sezione “In Europa” di questa pagina).
“Museums tell many stories”: finanziato dal programma Socrates Grundtvig 2 per il biennio 2005-2007, il progetto si è proposto di sviluppare le competenze del personale che si occupa di educazione al patrimonio e di mediazione culturale, nonché di sostenere l’apprendimento interculturale tramite l’elaborazione e lo sviluppo di metodologie con cui interpretare e rendere accessibili al pubblico le collezioni e gli oggetti appartenenti ad altre culture (tecniche teatrali, story-telling, ecc.).
“Museums as places for lifelong learning”
: finanziato dal Programma Socrates Grundtvig 1 per il biennio 2005-2006, il progetto si è posto l’obiettivo di promuovere la formazione del personale responsabile per l’educazione degli adulti nei musei; gli esiti del progetto sono restituiti nel volume a cura di K. Gibbs, M. Sani e J. Thompson, Musei e apprendimento lungo tutto l’arco della vita: un manuale europeo, Edisai, Ferrara, 2007.

“Collect and Share”: finanziato dal programma Socrates Grundtvig 4 per il biennio 2003-2005.


www.ibc.regione.emilia-romagna.it


vai a inizio pagina



Museiscuol@



Il sito museiscuol@, curato dal Settore Educazione al Patrimonio Culturale della Città di Torino, rappresenta una fonte preziosa non solo sul tema del partenariato educativo scuola-museo, ma anche su quello degli “altri pubblici”. Sul sito sono ad esempio consultabili:
- contributi sui temi dell’accessibilità e del patrimonio come fattore di integrazione
- progetti rivolti ai migranti, realizzati da musei cittadini e non
- abstract di tesi di laurea dedicate  alla partecipazione culturale dei “nuovi cittadini”
- una bibliografia specifica


www.comune.torino.it/museiscuola


vai a inizio pagina



In Europa



Museums and Migration – Experiences, ideas and practices regarding migration and the refugee crisis



«How have museums reacted in the last years to migration? Have they silently observed from the “outside” (if there is an outside) or taken part in the debate, invited specialists, curated exhibitions, invented new forms of mediation, re-written their texts, created space for inclusion, co-designed with the protagonists?».
A questo e altri cruciali quesiti si propone di rispondere il blog “MUSEUMS AND MIGRATION”, una nuova risorsa dedicata a documentare le esperienze attivate dai musei europei – ma non solo – per contribuire al dibattito sul fenomeno delle migrazioni e sulla cosiddetta “crisi dei rifugiati” degli ultimi anni.

Il blog, gestito da Anna Chiara Cimoli (Italia) e Maria Vlachou (Portogallo), accoglie contributi in inglese, italiano, francese, portoghese e spagnolo, da inviare a: museumsandmigration@gmail.com


museumsandmigration.wordpress.com/info/


vai a inizio pagina



Cultural Base – Social Platform on Cultural Heritage and European Identities



“Cultural Base – Social Platform on Cultural Heritage and European Identities” è un progetto biennale finanziato dal programma “Horizon 2020” dell’Unione Europea (2015-2017).
Tre “pilastri” – identità, patrimonio ed espressione culturale – e tre “assi” di ricerca – memoria culturale, inclusione culturale e creatività culturale – per riflettere sul modo in cui le società europee interpretano se stesse, il proprio passato e le proprie aspirazioni collettive, e sul ruolo delle politiche culturali nello sviluppo di una narrazione che rifletta la complessità della società contemporanea.

culturalbase.eu


vai a inizio pagina



MCP Broker – Brokering Migrants’ Cultural Participation



“MCP Broker – Brokering Migrants’ Cultural Participation” è un progetto biennale (2013-2015) finanziato dalla Commissione Europea - Direzione Generale degli Affari Interni al fine di promuovere la partecipazione culturale dei migranti, migliorando la capacità delle istituzioni culturali pubbliche di rispondere alla crescente diversità delle comunità di riferimento attraverso una più attenta analisi dei bisogni, una diversificazione della programmazione e dello staff, e una governance più rappresentativa.
Si segnalano in particolare le ricerche condotte dai partner di progetto nei rispettivi paesi sulla partecipazione culturale dei migranti
e lo strumento di benchmarking per la gestione della diversità nelle istituzioni culturali, che traccia il loro potenziale cammino da un livello base, nel quale si riconosce la necessità di ampliare l’accesso ai “nuovi cittadini”, fino a raggiungere un livello avanzato, nel quale la diversità culturale è incardinata nella programmazione, nello staff e nella governance, e la partecipazione promossa a un livello interculturale.

mcpbroker.wordpress.com/


vai a inizio pagina



The Incluseum – Museums and Social Inclusion



The Incluseum – Museums and Social Inclusion
The Incluseum, una risorsa on-line coordinata da Aletheia Wittman e Rose Paquet Kinsley, si propone di:
• promuovere il dibattito sull’inclusione sociale nei musei
• contribuire alla crescita di una comunità di pratica intorno alle tematiche della partecipazione culturale e dell’inclusione sociale
• ampliare l’accesso a una rete di risorse e alle più recenti acquisizioni della ricerca in tema di inclusione sociale nei musei
• diffondere le buone pratiche dei musei a livello locale, nazionale e internazionale.


incluseum.com/


vai a inizio pagina



Tate Encounters

Il sito “Tate Encounters” raccoglie tutti i materiali (in larga parte audiovisivi) prodotti nell’ambito di “Tate Encounters: Britishness and Visual Culture”, un progetto triennale di ricerca finanziato dall’Arts and Humanities Research Council al fine di indagare le tematiche e problematiche sollevate dalla diversità culturale alla Tate Britain di Londra (2007-2010), con particolare riferimento al rapporto che intercorre tra le politiche e le prassi di un museo d’arte e la costruzione dell’identità nazionale. L’intento di questo sito-archivio è quello di mettere un significativo repertorio di dati emersi dalla ricerca sul campo a disposizione di operatori museali, ricercatori e studenti di museologia.
www.tateencounters.org


vai a inizio pagina



MeLa project – European Museums in an age of migrations



“MeLa” è un progetto di ricerca quadriennale finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Socio-economic Sciences and Humanities Programme (2011-2015) con l’obiettivo di delineare nuove strategie e strumenti multi-inter-transculturali per musei e biblioteche in un contesto caratterizzato dalla continua migrazione di persone e idee. Lo studio si contraddistingue per un approccio multidisciplinare e si articola in sei ambiti di ricerca: “Museums & Identity in History and Contemporaneity”, “Cultural Memory, Migrating Modernity and Museum Practices”, “Network of Museums, Libraries and Public Cultural Institutions”, “Curatorial and Artistic Research”, “Exhibition Design, Technology of Representation and Experimental Actions”, “Envisioning 21st Century Museums”.
www.mela-project.polimi.it/


vai a inizio pagina



Museums Association, programma "Diversify"



Il programma “Diversify” della Museums Association britannica si propone di promuovere la diversificazione del personale dei musei attraverso borse di studio e opportunità di tirocinio riservate a individui appartenenti a minoranze etniche, nonché percorsi formativi, linee guida e materiali dedicati ai musei, come ad esempio il “Diversify toolkit. Creating a more diverse workforce through positive-action training schemes”
www.museumsassociation.org/careers/diversify


vai a inizio pagina



Museum and Society



“Museum and Society”, una rivista on-line curata da Gordon Fyfe (Keele University), Kevin Hetherington (Open University) and Susan Pearce (University of Leicester), è stata lanciata nel
2003 con l’intento di dare continuità alla collana “New Research in Museum Studies”, pubblicata da Athlone Press dal 1990 al 1997.
La rivista, che appare con cadenza quadrimestrale (marzo, luglio, novembre), ospita i contributi di accademici e operatori museali su diversi ambiti di ricerca e operatività, tra cui:
- “i musei nella società”
- “musei, identità e differenza”
- “musei e inclusione sociale”
- “problematiche e pratiche di sviluppo dell’accesso”

www.le.ac.uk/ms/museumsociety.html


vai a inizio pagina



CLMG - Campaign for Learning through Museums and Galleries



Il comitato CLMG - Campaign for Learning through Museums and Galleries (Gran Bretagna), di recente rinominato Culture:Unlimited, riunisce esperti del settore museale intorno a progetti e pubblicazioni il cui fine è di promuovere i musei come luoghi di apprendimento per tutto l’arco della vita. Tra i diversi progetti consultabili sul sito web del comitato, segnaliamo “Culture Shock: Tolerance, Respect, Understanding… and Museums”, che si è proposto di esplorare il possibile contributo dei musei alla promozione della comprensione, della tolleranza e del rispetto tra individui portatori di istanze culturali diverse. Il rapporto finale del progetto individua due ambiti chiave di intervento: ascoltare/collezionare nuove storie e oggetti (ad es. creazione di musei individuali, iniziative di collezionismo “di comunità”) e raccontare/rappresentare le esperienze di vita dei singoli (ad es. messa a punto di materiali/programmi di accoglienza degli immigrati nel Paese ospite), in modo da innescare quel processo di comunicazione simmetrica così cruciale per il dibattito sull’identità culturale.

www.engage.org/downloads/19E31B34D_Culture%20Shock%20summary.pdf


vai a inizio pagina



Compendium of cultural policies and trends in Europe



Il “Compendium of cultural policies and trends in Europe” è una risorsa on-line promossa dal Consiglio d’Europa in collaborazione con ERICarts, che dal 1999 mette a confronto le politiche culturali di numerosi Paesi europei (ad oggi 41).
A partire da febbraio 2007, in linea con la crescente attenzione dedicata dal Consiglio d’Europa a tematiche e problematiche connesse al dialogo interculturale, i profili dei singoli Paesi sono stati arricchiti da nuovi capitoli specificamente dedicati alle politiche culturali a sostegno delle minoranze culturali e linguistiche, del dialogo interculturale e della coesione sociale (cap. dal 4.2.1 al 4.2.3).
La sezione del sito intitolata “Themes” e consacrata, tra l’altro, al dialogo interculturale e alla diversità culturale, comprende, accanto alle informazioni raccolte nei profili dei diversi Paesi, un database delle buone pratiche, una serie di risorse tra cui indicazioni bibliografiche e link a programmi/documenti ufficiali del Consiglio d’Europa e dell’Unione Europea, convegni, saggi e articoli sul tema e così via.


www.culturalpolicies.net


vai a inizio pagina



2/2019

Projects
“Factories of Stories” (Uffizi Galleries, Florence)


On-line resources
"Factories of Stories" audio-trail (Uffizi Gallerie, Florence)


 

Newsletters archive

 

subscribe to the Italian newsletter